Cosa visitare

Modena, la città

Modena è una città ospitale e colta, che vanta una sapiente e ricca tradizione economica e culturale.
Il suo passato illustre è testimoniato da straordinarie architetture e da pregevoli opere artistiche, capolavori apprezzati in tutto il mondo.

Il duomo, monumento romanico per eccellenza, è l'opera in cui l'architettura e la scultura di quel periodo trovano la loro più alta espressione. Opera dell'architetto Lanfranco e dello scultore Wiligelmo è uno dei monumenti meglio conservati d'Europa; nel 1997, assieme alla torre della Ghirlandina ed alla Piazza Grande, è stato dichiarato Patrimonio Mondiale dell'Umanità dall'UNESCO.

A poca distanza dalla cattedrale, in pieno centro, sorge l'Accademia Militare, che ospitò la Corte Estense, quando, nel 1598, si trasferì a Modena da Ferrara.

Di grande interesse sono le opere artistiche conservate nel Palazzo dei Musei; la Galleria Estense custodisce opere d'arte d'assoluto valore provenienti dalla collezione dei dipinti degli Estense nonchè ragguardevoli opere di pittori emiliani e stranieri.
La Biblioteca Estense, oltre ai cimeli più significativi della ricca e colta libreria ducale estense (tra i quali la Bibbia di Borso d'Este), contiene incunaboli, cinquecentine, rari volumi ed opuscoli, oltre ad una preziosa raccolta di manoscritti musicali.
Nello stesso Palazzo dei Musei si trova anche il Museo Lapidario Estense.
 
Le chiese modenesi, prevalentemente seicentesche, offrono significativi aspetti di sobrietà archittetonica esterna e di ricchezza negli interni. Tra queste sono da ricordare le chiese di Sant'Agostino (Pantheon Estense), di San Biagio, di San Carlo e di San Pietro.