BPER Forum Monzani
Spazio di sapere e di passioni.

MAURIZIO MAGGIANI

MAURIZIO MAGGIANI
08/11/2015

ore 17.30

"Il Romanzo della Nazione" - Feltrinelli

 

C’era una volta il popolo. C’era una volta il sogno di costrui­re – attraverso il popolo – una nazione. C’erano le storie che facevano degli uomini, delle donne, delle famiglie, la premessa dell’essere popolo e poi nazione. Maggiani rifà la storia della sua famiglia, quando la sua fa­miglia comincia a morire. Maggiani ci dice cos’è il romanzo di una nazione quando quel romanzo tramonta. Quando quella possibilità non si dà più. Che cosa si racconta, di fatto? Si racconta di una madre e di un padre che si spengono portando via, prima nella smemo­ratezza e poi nella morte, un mondo di certezze molto con­crete: la cura dell’orto, della casa, dei rapporti parentali. Il figlio-narratore rammenta la fatica giusta (e in­giusta) di procurarsi il pane e di stare appresso a sogni ac­cesi poco più in là, nella lotta politica, negli scioperi, nella piana assolata quando arriva la notizia della morte di To­gliatti. Si racconta, con un ginnico balzo indietro narrativo, della costruzione del porto di La Spezia, il porto che, nella lungimiranza di Cavour, avrebbe dovuto essere il più attivo del Mediterraneo. Si racconta di altri fondatori di nazioni: di ebrei e di palestinesi. Si racconta di come si diventa grandi e di come si fondano speranze quando le speranze sono finite.

Con la straordinaria partecipazione musicale di Cisco (ex Modena City Ramblers).

Foto di Miriam Bergonzini